Homepage » Devo molto al coraggio
Alessio Sakara
Quando la paura mostra le zanne e ringhia nella notte, non c’è altro da fare che andarle incontro. Allora scopri una cosa interessante. La paura ha paura del tuo coraggio.
Pagine: 
176
ISBN: 
9788885493957
Pubblicato: 
06/05/2020

Il libro

L'autore

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Il coraggio non è mancanza di paura ma la capacità di agire in sua presenza. Anche perché la paura non ha mai risparmiato nessuno, nemmeno i più tosti. Quando a diciassette anni feci il passaporto e partii per la Colombia allo scopo di affinarmi nella nobile arte del pugilato, feci ricorso a tutto il mio coraggio. Certo, avevo ben chiaro che volevo riscattarmi socialmente, migliorare la mia condizione economica, cambiare ambiente. Come ho detto, devo molto alla mia borgata e la considero una straordinaria base di partenza. Ma volevo spiccare il volo. Così lasciai tutto: la casa, la famiglia, gli amici. E anche Romina, la ragazza di cui ero innamorato.
Dopo la mia partenza, ovunque andassi, avevo la sua foto nel portafogli. Me la portavo sempre dietro, la guardavo con rimpianto e pensavo che, per quanto ci volessimo bene, alla fine la distanza ci avrebbe separati per sempre. E così fu. Le telefonate si diradarono, i sentimenti sbiadirono e la vita, come al suo solito, proseguì. A diciassette anni, una piccola parte di me si domandava se quella di partire fosse stata la scelta giusta. E tutto il resto del mio spirito gridava un grosso, mastodontico “Sì”. Quel coraggio ha fatto tutta la differenza. Se non lo avessi alimentato, se non avessi fatto in modo che prevalesse, adesso non sarei qui a scrivere questo libro. Dove sarei invece? Difficile dirlo, ma sono del parere che se oggi mi trovassi ancora lì, nel punto da cui sono partito… se non avessi vissuto ogni giorno come una battaglia superando tutte le mie paure, se non avessi fatto del coraggio il mio migliore alleato… be’, sono certo che avrei sprecato la mia vita. Viceversa, se morissi in questo preciso istante, me ne andrei sollevato dal pensiero di avere combattuto e vinto la mia guerra. Devo molto al coraggio. Che però va allenato, proprio come i muscoli, il cuore e i polmoni. Quando entro nella gabbia, i guanti sulle mani, i pugni stretti e l’adrenalina che scorre a tutto andare, la paura è sempre presente, all’inizio. Ma il coraggio sale sul ring con me. Questa coesistenza di paura e coraggio è in tutti i lottatori. Davanti a noi, quando il cancello della gabbia si chiude, c’è un energumeno il cui unico scopo è quello di dimostrare la sua superiorità. E non ci riuscirà facendo scacco matto o con il senso dell’umorismo, ma colpendoci e bloccandoci e facendo leva con i muscoli che ha allenato a questo scopo per anni.
Quel tizio ci vuole atterrare. Non di rado, i miei avversari hanno le loro cicatrici sul volto. Se le sono procurate combattendo miriadi di battaglie, prima di incrociare il mio cammino. Quelle cicatrici raccontano storie, comunicano direttamente con il mio sistema nervoso e dicono: stai molto attento, allarme rosso, il mio lavoro è farti male. Naturalmente, lo stesso monito vale per chi affronta il sottoscritto. Ma poi inizia il combattimento e ogni esitazione si dissolve. La paura se ne va, con me resta solo la voglia di vincere.

LEGGI ALTRI ESTRATTI

"Non disturbare: lavoro intenso": ecco come sconfiggere la distrazione
Cal Newport
Lavorare concentrati è una scelta importante: sperimentate e trovate un rituale che si adatti a voi. Vi assicuro che lo sforzo vale la pena.
Estratto da Deep Work di Cal Newport
Professione podcaster: chi racconta e cosa sono le storie da ascoltare
Damiano Crognali
Un ecosistema che si sta costruendo proprio in questo momento, mentre stai leggendo queste pagine, che vede investimenti miliardari di grandi aziende del mondo tecnologico, che si affacciano a questo settore con approcci e modelli di business differenti.
“Ma vi volete ancora bene, vero?”
Tara Brach
Possiamo diventare consapevoli delle paure inconsce e delle convinzioni limitanti. Possiamo accorgerci di come i bisogni insoddisfatti ci portino a voler continuare a indossare un’armatura.
I migliori nomi di brand sfruttano un’emozione
Emily Heyward
A volte il naming richiede settimane e settimane di proposte scartate, ma nell’istante in cui sentimmo quella risposta, fu chiaro a tutti che il nome doveva essere Allbirds.
Estratto da Adoro! di Emily Heyward
Come imbastire messaggi di grande effetto che smuovono i prospect
Jeb Blount
I prospect decidono di incontrarvi perché hanno i loro motivi, non i vostri. Trovate soluzioni che vadano incontro ai problemi dei vostri prospect utilizzando il loro linguaggio
Estratto da Fanatical Prospecting di Jeb Blount
La guardavo e pensavo: “È proprio una civetta”
Gabrielle Bernstein
I miei giudizi diventavano sempre più duri. Se continuo a pensare a qualcosa, alla fine mi scapperà detto in maniera inopportuna. Ed è successo proprio così.
Estratto da Liberi dal giudizio di Gabrielle Bernstein
Come vendere un contratto da dieci miliardi di dollari a un oligarca russo
Oren Klaff
Stavo progettando un modo completamente nuovo di presentare un’idea o un prodotto; volevo che fossero loro, i clienti, a decidere di acquistare, senza che io dovessi nemmeno chiedere.
Estratto da Ribalta il copione di Oren Klaff
L'arancia Tropicana
Marie Forleo
Mia mamma è una di quelle persone sempre indaffarate. Quando ero piccola, sapevo che l’avrei trovata da qualche parte, in casa o in giardino, impegnata in qualche attività mentre ascoltava, in sottofondo, il suono metallico che proveniva dall’arancia Tropicana.
Estratto da A tutto c'è una soluzione di Marie Forleo
"Non disturbare: lavoro intenso": ecco come sconfiggere la distrazione
Cal Newport
Lavorare concentrati è una scelta importante: sperimentate e trovate un rituale che si adatti a voi. Vi assicuro che lo sforzo vale la pena.
Estratto da Deep Work di Cal Newport
Professione podcaster: chi racconta e cosa sono le storie da ascoltare
Damiano Crognali
Un ecosistema che si sta costruendo proprio in questo momento, mentre stai leggendo queste pagine, che vede investimenti miliardari di grandi aziende del mondo tecnologico, che si affacciano a questo settore con approcci e modelli di business differenti.
“Ma vi volete ancora bene, vero?”
Tara Brach
Possiamo diventare consapevoli delle paure inconsce e delle convinzioni limitanti. Possiamo accorgerci di come i bisogni insoddisfatti ci portino a voler continuare a indossare un’armatura.
I migliori nomi di brand sfruttano un’emozione
Emily Heyward
A volte il naming richiede settimane e settimane di proposte scartate, ma nell’istante in cui sentimmo quella risposta, fu chiaro a tutti che il nome doveva essere Allbirds.
Estratto da Adoro! di Emily Heyward
Come imbastire messaggi di grande effetto che smuovono i prospect
Jeb Blount
I prospect decidono di incontrarvi perché hanno i loro motivi, non i vostri. Trovate soluzioni che vadano incontro ai problemi dei vostri prospect utilizzando il loro linguaggio
Estratto da Fanatical Prospecting di Jeb Blount
La guardavo e pensavo: “È proprio una civetta”
Gabrielle Bernstein
I miei giudizi diventavano sempre più duri. Se continuo a pensare a qualcosa, alla fine mi scapperà detto in maniera inopportuna. Ed è successo proprio così.
Estratto da Liberi dal giudizio di Gabrielle Bernstein

Resta aggiornato
Iscriviti alla newsletter

Ricevi notizie sulle nuove uscite e gli eventi della casa editrice, contenuti interessanti e promozioni

Resta aggiornato
Iscriviti alla newsletter

Ricevi notizie sulle nuove uscite e gli eventi della casa editrice, contenuti interessanti e promozioni