Erica Dhawan

Immersi nella tecnologia, dobbiamo re-imparare a comprenderci

La tecnologia ha reso inutilizzabile il linguaggio del corpo, che costituiva fino al 60-80% della comunicazione faccia a faccia. Adesso bisogna imparare una cultura e una lingua nuove: quelle dello spazio digitale
Il linguaggio del corpo digitale, Erica Dhawan
Pagine: 220
ISBN: 9788836200931 Categoria
Data di pubblicazione: 16/02/2022
TRADUZIONE: Micaela Uzzielli

Il libro

L'autore

Nel corso degli anni successivi, ho iniziato a prefissarmi, come faccio oggi, di captare il linguaggio del corpo del pubblico. Le espressioni assenti significano che sto andando troppo veloce e devo rallentare. Le braccia incrociate indicano un atteggiamento difensivo o risentimento. Quanto a me, so che gesticolare o aggiustarmi troppo i capelli segnala la mia mancanza di sicurezza. Ciò mi ricollega a qualche anno fa, quando cominciai a sentir raccontare una storia dopo l’altra, tutte incentrate sul medesimo tema: i problemi di comunicazione nell’ambiente di lavoro.

Come dicevo poc’anzi, ho tenuto interventi e fornito consulenze a clienti in tutto il mondo, insegnando alle persone come collaborare meglio al lavoro. Le domande più comuni che mi sono state poste erano: come possiamo innovare in misura maggiore e farlo più velocemente capitalizzando sulla competenza dei dipendenti che padroneggiano il digitale, pur facendo leva su una forza lavoro esperta che rimane ancorata alle proprie modalità? E come possiamo convincere quei due gruppi a collaborare veramente l’uno con l’altro? Sempre più clienti e membri del pubblico di tutte le età esternavano alti gradi di paura, ansia e paranoia riguardo alla comunicazione nel proprio contesto lavorativo. I leader stavano facendo ciò che avevano sempre fatto – per esempio, condividere messaggi di sostegno e fiducia con i loro colleghi e team – eppure un numero crescente di quei messaggi veniva frainteso, mal interpretato o mancava del tutto il bersaglio. Quei leader non erano stupidi né privi di capacità relazionali, e molti avevano una buona conoscenza dei metodi più all’avanguardia per costruire culture aziendali forti.

LEGGI ALTRI ESTRATTI

Lasciatemi perdere, Riccardo Pittis
Riccardo Pittis
Teoria e pratica della sconfitta dall'ex campione dell'era d'oro del basket italiano, drogato di vittoria e terrorizzato dall'idea di perdere.
Teoria e pratica della sconfitta dall'ex campione dell'era d'oro del basket italiano, drogato di vittoria e terrorizzato dall'idea di perdere.
Vivere il metaverso, Alessio Carciofi
Alessio Carciofi
"Ci sono diversi obiettivi che dovremmo porci per transitare verso il futuro dell'umanità. Il più ignorato è, semplicemente, assicurarsi che l'umanità rimanga umana."
Come vivremmo una giornata nel Metaverso? Come si trasformerebbero (o forse sarebbe meglio dire come si trasformeranno) le nostre abitudini quotidiane: il lavoro, la famiglia, le spese e gli svaghi?
Buon Business, Mihály Csíkszentmihályi
Mihály Csíkszentmihályi
Aziende che operano per la comunità e leader che portano avanti valori duraturi, una visione che dia significato alla vita, e che offrono speranza alla gente: questo è il "buon business"
Aziende che operano per la comunità e leader che portano avanti valori duraturi, una visione che dia significato alla vita, e che offrono speranza alla gente: questo è il "buon business"
ROI-CARBON-ALMANAC
Seth Godin
Tre capitoli dal Carbon Almanac per riflettere sui fenomeni che caratterizzano l'estate più calda degli ultimi anni
Le onde di calore e la siccità, gli effetti del caldo sulla salute e le isole urbane di calore: tre elementi per conoscere il cambiamento climatico di questi mesi e per parlarne e cominciare ad agire.
Jurriaan Kamer, Rini van Solingen, Elena Baroni
Velocizzare i processi senza sacrificare la qualità, lavorare sull'efficienza, costruire un nuovo modello di leadership e una nuova mentalità aziendale, nella quale ciascun dipendente è coinvolto, partecipativo e responsabilizzato in vista dello scopo finale, con la giusta strategia.
Estratto da Formula X di Jurriaan Kamer, Rini van Solingen, Elena Baroni
Jane McGonigal
"Vorrei che riusciste a prevedere i rischi 'inimmaginabili' a cui dobbiamo prepararci e anche il dolore 'incredibile' che vorremo evitare, in modo da poterli prevenire o almeno da mitigare i danni. Però vorrei anche che riusciste a immaginare di fare qualcosa di nuovo ed entusiasmante durante i prossimi dieci anni della vostra vita e anche in seguito."
Estratto da Immagina di Jane McGonigal

Condividi

Resta aggiornato
Iscriviti alla newsletter

Ricevi notizie sulle nuove uscite e gli eventi della casa editrice, contenuti interessanti e promozioni

Resta aggiornato
Iscriviti alla newsletter

Ricevi notizie sulle nuove uscite e gli eventi della casa editrice, contenuti interessanti e promozioni