Eppure lo stereotipo culturale non riflette la vera ragione del comportamento di Chen. Poiché i Bernard, Chen e io partecipavamo a un programma di formazione interculturale (che si supponeva io avrei dovuto guidare – sebbene a quel punto mi trovassi, con disagio, nel ruolo di allieva), decisi di chiedere apertamente a Chen una spiegazione riguardo alle sue azioni. “Bo, avevi tutti quegli ottimi esempi! Perché non sei intervenuto prima e non li hai condivisi con noi?” esclamai. “Ti aspettavi che intervenissi?” domandò lui, con uno sguardo di genuina sorpresa sul volto. Seguitò descrivendo la situazione dal suo punto di vista. Rivolgendosi ai Bernard, disse: “In questa sala, Erin è la persona che presiede la riunione.” Continuò: Poiché lei è la persona di grado più elevato nella riunione, aspetto che si rivolga a me. E, mentre aspetto, devo dimostrare di essere un buon ascoltatore mantenendo la mia voce e il mio corpo quieti. In Cina, pensiamo di frequente che gli occidentali esprimano talmente tanto le proprie opinioni nel corso delle riunioni che lo facciano per mettersi in mostra oppure perché sono ascoltatori mediocri. Inoltre, ho notato che, rispetto a quanto accade in Occidente, i cinesi lasciano passare qualche secondo in più di silenzio prima di prendere la parola.

Voi occidentali praticamente parlate uno sull’altro durante una riunione. Ho continuato ad aspettare che Erin si fermasse abbastanza a lungo da permettermi di intervenire, ma il mio turno non arrivava mai. Spesso noi cinesi pensiamo che gli americani non siano buoni ascoltatori perché si interrompono sempre a vicenda per esprimere i propri pareri. Mi sarebbe piaciuto evidenziare uno dei miei punti, qualora l’appropriata durata della pausa si fosse presentata. Ma Erin proseguiva a ragionare, pertanto mi sono limitato a continuare ad attendere pazientemente. Mia madre ha lasciato profondamente radicato in me il seguente concetto: “Hai due occhi, due orecchie, ma una bocca sola. Dovresti usarli di conseguenza.” Intanto che Chen parlava, le basi culturali della nostra incomprensione divennero nitidamente evidenti ai Bernard – e a me. Era ovvio che esse andassero ben oltre qualsiasi superficiale stereotipo a proposito dei “cinesi timidi”. E tale nuova comprensione ci porta alla domanda più rilevante di tutte: una volta che sono consapevole del contesto culturale che informa una situazione, quali misure posso adottare per essere più efficace nell’affrontarla?

LEGGI ALTRI ESTRATTI

La mente estesa, Annie Murphy Paul
Annie Murphy Paul
Annie Murphy Paul spiega il funzionamento della nostra mente con una nuova analogia: il cervello-gazza. Un modo radicalmente nuovo e necessario di considerare il pensiero, come qualcosa che esce dai limiti del cervello e che si arricchisce attraverso il rapporto col mondo.
Estratto da La mente estesa di Annie Murphy Paul
ROI-EDIZIONI-Zanolli-Guerra-o-pace copertina
Sebastiano Zanolli
Non portatore di caos ma terreno fertile per l'innovazione: bisogna riscoprire la natura positiva del conflitto per poter imparare a "litigare bene", tanto nella vita personale quanto in azienda.
Estratto da Guerra o pace di Sebastiano Zanolli
ROI-Edizioni-DRUCKER
Peter F. Drucker
"Le carriere di successo non sono pianificate. Si sviluppano quando le persone sono pronte a cogliere le opportunità perché conoscono i propri punti di forza, i propri metodi di lavoro e i propri valori."
Estratto da Gestire se stessi di Peter F. Drucker
Joe Pulizzi
Due storie di imprenditori e un piccolo elenco puntato ci raccontano il libro di Joe Pulizzi e il suo business model, basato sulla costruzione e sulla cura di un'audience specifica tramite un continuo flusso di informazioni desiderabili.
Estratto da Content Business di Joe Pulizzi
ROI Edizioni, Il Tao di Charlie Munger
Charlie Munger
I segreti dello straordinario successo finanziario e la filosofia di vita del grande finanziere, socio di Warren Buffett
Estratto da Il Tao di Charlie Munger di David Clark
ROI Edizioni, Oren Klaff, Pitch Anything - La presentazione perfetta
Oren Klaff
Sotto la superficie di ogni riunione, colloquio di vendita, comunicazione commerciale si cela una lotta fra schemi mentali: uno scontro per il predominio e il controllo del contesto.
Estratto da Pitch anything di Oren Klaff
Il linguaggio del corpo digitale, Erica Dhawan
Erica Dhawan
La tecnologia ha reso inutilizzabile il linguaggio del corpo, che costituiva fino al 60-80% della comunicazione faccia a faccia. Adesso bisogna imparare una cultura e una lingua nuove: quelle dello spazio digitale
Estratto da Il linguaggio del corpo digitale di Erica Dhawan

È arrivata la shopper di ROI Edizioni!

Iscriviti alla newsletter per riceverla in omaggio con il tuo primo acquisto (e rimanere aggiornato su tutte le novità)

È arrivata la shopper di ROI Edizioni!

Iscriviti alla newsletter per riceverla in omaggio con il tuo primo acquisto (e rimanere aggiornato su tutte le novità)