Tara Brach

“Ma vi volete ancora bene, vero?”

Possiamo diventare consapevoli delle paure inconsce e delle convinzioni limitanti. Possiamo accorgerci di come i bisogni insoddisfatti ci portino a voler continuare a indossare un’armatura.

Ricordare l’oro
Ho letto la storia del Buddha d’oro circa un mese dopo che il mio primo marito e io avevamo deciso di divorziare. Dal momento che Alex e io avevamo condiviso la pratica spirituale per circa un decennio, pensavamo che avremmo affrontato la separazione come amici e con rispetto. Invece, eccoci, intrappolati in uno stallo ostile, a litigare per le risorse finanziarie, per la custodia dei figli e molti altri dettagli. Vedevamo entrambi rosso, altroché oro! Nella speranza di evitare un po’ di amarezza, ho rimandato il momento in cui avrei detto a Narayan, nostro figlio di cinque anni, del progetto di separarci. Adesso, però, con l’immagine del Buddha d’oro nella mente, avevo cominciato a vedere il biasimo e la diffidenza reciproci come una copertura d’argilla. Così mi sono ricordata di quanto Alex volesse bene a nostro figlio, ho ripensato alle sue mani in grado di guarire e a quanto fosse meraviglioso con le piante, gli animali e i bambini piccoli.

Quell’immagine mi ha aiutata a ricordare come l’amore fosse ancora lì, sotto la paura e la rabbia. Nei giorni successivi, continuavo a ripensare all’immagine del Buddha d’oro e ogni volta mi sentivo rassicurata dalla certezza che stavamo attraversando un momento difficile, ma ce l’avremmo fatta, preservando la nostra amicizia. Una sera, circa una settimana più tardi, ho raccontato la storia del Buddha d’oro a Narayan. Poi gli ho detto che papà e io non avremmo più vissuto insieme, spiegandogli che lo amavamo ancora e ci saremmo entrambi presi cura di lui. La sua prima risposta è stata: “Va bene.” Poi, dopo qualche momento di riflessione, ha aggiunto: “Ma vi volete ancora bene, vero?” Ho potuto rispondere “sì”, in tutta onestà e sincerità. “L’affetto è l’oro” ho detto a Narayan “e questo non cambia.” Se in quel momento avessi potuto andare avanti veloce a ventisette anni dopo, avrei visto Alex guardare, pieno di gioia, Narayan e sua moglie Nicole che coccolavano la loro bambina appena nata, mentre io, con la piccola Mia avvolta nella fascia, camminavo in riva al mare con mio marito Jonathan al fianco. Tutti noi emanavamo raggi di luce dorata.

Tutti gli estratti

Condividi

Tara-Brach-autrice
Resta aggiornato
Iscriviti alla newsletter

Ricevi notizie sulle nuove uscite e gli eventi della casa editrice, contenuti interessanti e promozioni

Tara-Brach-autrice
Resta aggiornato
Iscriviti alla newsletter

Ricevi notizie sulle nuove uscite e gli eventi della casa editrice, contenuti interessanti e promozioni